Programma

rogetto a cura di DOM-creazione e drammaturgia spaziale: Leonardo Delogu, Valerio Sirnacon: Leonardo Delogu, Hélène Gautier, Valerio Sirnaorganizzazione: Giulia Mereghettiproduzione: DOM-, Sardegna Teatro, Teatro Stabile dell’Umbria, Terni Festival Internazionale della Creazione Contemporanea, Santarcangelo Festival Internazionale del Teatro in Piazza, Teatri di Vetroallestimenti realizzati: Terni (settembre 2015), studio per Roma (ottobre 2015), Perugia (giugno 2016), Rimini (luglio 2016)  
POP UP, UN FOSSILE DI CARTONE ANIMATO Teatro delle Briciole-Sacchi di Sabbia di: Giulia Gallo e Giovanni Guerrieri con la collaborazione di: Giulia Solano con: Beatrice Baruffini e Serena Guardone libri di: Giulia Gallo ideazione luci: Emiliano Curà realizzazione scene: Lab Tdb (Paolo Romanini) produzione: Teatro delle Briciole con il sostegno della Regione Toscana  
10 NODI settimana 16-22 ottobre
SKRYF Gijs van Bon   Performance con un piccolo robot come protagonista. Spruzzando piccoli getti di sabbia, crea minuscoli depositi, suggerisce significati e testi che si dissolvono, in balìa delle atmosfere. Una metafora poetica sulla caducità del linguaggio.    Poetto - 13/14/15 ottobre dalle ore 19  
IL COLORE ROSA ideazione, coreografia, regia: Aline Nari interpreti: Gabriele Capilli, Aline Nari, Giselda Ranieri voce recitante: Graziella Martinoli testi originali: Daniela Carucci musiche: 2Cellos, V. Corvino, A. Fontana, F. J.Haydn, A. Vivaldi elaborazioni sonore: Adriano Fontana musiche originali: Valentino Corvino luci: Michelangelo Campanale costumi: Aline Nari, Alessandra Podestà' produzione: ALDES, in collaborazione con UBIdanza
Krzystof Penderecki, CAPRICCIO PER SIEGFRIED PALM Davide Wang, BEYOND BORDERS Massimiliano Messieri, DA ZADIG, LA JALOUISIE; L'ERMITE LES ENIGMES Nicola Baroni, 3 K_MESSAGES (messaggi da Kafka) 1-Vor dem Gesetz; 2-THE WISH TO BE A RED INDIAN; 3-Odradek Paolo Pastorino, SIX MEMOS FOR THE NEXT MILLENNIUM
IN MIRROR (Bass Holograms) Floy Krouchi  
CARTE D'IMBARCO
COME TI BATTE FORTE IL MIO CUORE Storie in gioco per tessere legami Mostra interattiva dai 3 ai 100 anni  
QUI TUTTO E’ FANTASTICO Lorenzo Luccarini Con:Enrico Pau Letture a cura di: Cecilia Dazzi
DANCING THE LAND - Progetto Etiopia Shiferaw TarikuPerformance di: Alessandro OllaCon: Shiferaw Tarikucon la collaborazione di: Momi Falchi Dancing the land è un progetto di danza e video che nasce nel febbraio 2017 a Addis Abeba in collaborazione con l’Istituto di Cultura Italiana. Il lavoro è frutto dell’estensione di una ricerca sulle identità acustiche di Addis Abeba e sui paesaggi sonori dell’Etiopia realizzata da Alessandro Olla.  
La consegna di Prometeo è introdurre l’umanità alla capacità di creare, di forgiare, di coltivare e costruire, dove l’agire si fa complesso per tensione alla cura, alla vitalità creativa.
    Una coreografia al contempo geometrica e allucinatoria, metafora del costante mutare dell’esistenza e della natura. Il linguaggio corporeo viene ispirato dal flusso di coscienza di uno dei romanzi più sperimentali e complessi di Virginia Woolf: Waves (Le onde).
 “Stanze” rappresenta la ricerca di una composizione istantanea basata su sonorità “cameristiche”. Il termine è usato nella sua doppia valenza di parte della casa e parte di un componimento poetico.
“Good Lack” è un trittico di soli e si compone di Back Pack, John Tube e Let’s Sky, tre quadri indipendenti ma legati tra loro.
Progetto di arte pubblica partecipata volto alla produzione di un evento performativo dedicato a donne di tutte le età, sui temi del consumo e della cura del sé, in forma di baratto.
Workshop Cuenca Lauro Dentro la pancia di Tera  che ci ha consegnato la struttura dei segni, diamo vita, diamo corpo, diamo voce. Siamo tutte dentro la stessa persona, la stessa mente, siamo espressione di piccole parti di lei.
La potenza dei gesti e della voce, l’incredibile precisione formale nelle danze e nei canti. Sorprendenti analogie tra il capolavoro shakespeariano e il carnevale sardo.
Sardegna Teatro e Lìberos, la comunità dei lettori sardi, presentano IL TEATRO DI CARYL CHURCHILL Teatro Massimo, viale Trento 9, dalle ore 18