Inizia oggi l'Øscena Festival

 

Oggi prende il via a Cagliari Øscena Festival 4° edizione, un progetto condiviso di Sardegna Teatro e Cada Die Teatro.

Øscena Festival nasce dall'esigenza di esplorare ed indagare quel che si muove nei più giovani teatri italiani. L'obiettivo è promuovere un appuntamento che, anno dopo anno, presenti al pubblico le inquietudini, le differenze e le costanti di questo nuovo teatro, regione per regione. Dopo la Lombardia, la Toscana e la Sicilia, quest'anno è il turno del Veneto.

Il primo spettacolo in programma il 23 ottobre, è La ginnastica del Guerriero di Silvia Costa, un gioco, una battaglia con la quale la Costa, a lungo collaboratrice della Societas Raffaello Sanzio, conduce i bambini spettatori/attori della performance, utilizzando come costumi delle divertenti armature di carta con le quali i bambini si mimetizzano e distinguono, attraverso i due diversi colori, la squadra di appartenenza.

Lo spettacolo va in scena al Lazzaretto di Sant'Elia, alle 16.30 e in replica alle 18.30. Il 24 ottobre sempre al Lazzaretto e sempre agli stessi orari. La tariffa è XS con biglietto unico a 5 €. Lo spettacolo è organizzato da Øscena Festival in collaborazione con Animar.

Il secondo spettacolo in programma è Virgilio brucia della compagnia Anagoor, in scena il 28 ottobre alle ore 21. L'opera affronta i temi della poesia e del potere, della bellezza e della violenza, della memoria e del consenso, in una prospettiva spiazzante, entrando nel laboratorio dell’intellettuale che ha cantato l’avvento della Roma imperiale.

Appuntamento al Teatro Massimo in via Trento. Tariffa XS, 7€ intero e 5€ ridotto, durata dello spettacolo 90'.

Il terzo spettacolo è Mio figlio era come un padre per me dei Fratelli Dalla Via, (Premio Scenario 2013) in programma al Teatro La Vetreria il 31 ottobre alle ore 21. Il lavoro affronta la tragica questione del suicidio, come scelta estrema compiuta da innumerevoli imprenditori colpiti da crisi economica, utilizzando una raggelante ironia e punte di cinismo. Raccontando la storia di una ricca famiglia del nord est italiano, si traccia una sorta di cupa parabola sul conflitto generazionale.

La durata dello spettacolo è di 60' e la tariffa è XS, 7€ intero e 5€ ridotto.

A seguire, alle 22.30, sempre lo stesso giorno al Teatro Massimo La febbre del sabato sera di Babilonia Teatri. La serata prevede l'allestimento di 3 spazi, ognuno dei quali sarà strutturato come una grande festa. Filo conduttore delle tre installazioni sarà il sabato sera declinato come sfida, racconto e passione.

Una sabato sera d'autore nel quale si vuole far vivere alla città il teatro in modo nuovo. Una festa anomala, una serata in cui lo spazio teatro acquista una dimensione di luogo di cui sentirsi parte.

Spettacolo al Teatro Massimo alle 22.30 con tariffa XS a 7€ intero e 5€ ridotto.

Villan people è invece il quinto spettacolo in programma. Opera della compagnia veneziana Pantakin – Teatro Boxer, racconta di criminali villani, brutti, sporchi e cattivi ma con un lato divertente, pronti a prendersi tutto quello che desiderano: amore, sicurezza, denaro o “roba”. Potrebbero essere felici, in fondo, ma sono macinati nella grande macchina del desiderio che prende tutti e sbatacchia qua e là la gente, come in preda a un gran vento: ognuno può essere ciò che vuole, ma nessuno sa più cosa vuole.

Appuntamento il 1 novembre al Teatro La Vetreria alle ore 18, durata 90' e tariffa a 7€ (intero) e 5€ (ridotto).

Sesto e ultimo spettacolo di questa 4 edizione di Øscena Festival è Jesus di Babilonia Teatri, in scena al Teatro Massimo il 1 novembre. Jesus racconta l'ipocrisia, la violenza, il basso materialismo della società contemporanea utilizzando la parodia e l'invettiva. L'opera esprime un intimo anelito di spiritualità, sia essa religiosa o laica. Jesus è provocazione e tenerezza. E' sacralità e dissacrazione. E' critica sociale e riflessione intima.

Lo spettacolo ha una durata di 50' e ha una tariffa XS, 7€ intero e 5€ ridotto.

 

Øscena Festival fa parte del progetto 10nodi - i festival d'autunno a Cagliari, la Rete formata da Sardex, Libreria Tuttestorie, Ticonzero, Spaziodanza, Spaziomusica, Ismascareddas, Cadadie teatro con capofila Sardegna Teatro che lega tramite il co-working e la co-progettazione i Festival d’autunno Karel Music Expo, Tuttestorie, Signal, Mitzas, Animar, Oscena Festival, Spaziomusica, Autunno Danza. Il progetto è finanziato da Cagliari Capitale Italiana della Cultura 2015.

 

Sardegna Teatro

Cada die Teatro

Vai alla rassegna stampa

Scarica la brochure digitale