La città che viaggia

Carovana SMI rilancia il progetto pluriennale La città che viaggia. Festa della creatività giovanile, con un ampio partenariato internazionale. Si è avviato nel 2017 e continua nel 2018. La città che viaggia vuole essere un’agorà di produzione artistica innovativa, alimentata da scambi intergenerazionali e multiculturali per “navigare” e abitare i paesaggi urbani. Dedicato alla professionalizzazione artistica e transettoriale di giovani e cittadini di diversa provenienza, che desiderano costruire nuove convivenze e consapevolezze sui valori di eco sostenibilità, solidarietà, diritto alla mobilità, difesa dell’ambiente, lotta contro la povertà, la discriminazione di genere, di etnia e di espressione. La città che viaggia indaga le molteplici sfaccettature della mobilità per la formazione di cittadinanze multiculturali, attraverso workshop, visite guidate, mappature urbane, forme di arte partecipata e performativa. Laboratorio transdisciplinare aperto alla città e nella città: presidio permanente e attivo che da chiavi in mano ai giovani interlocutori, per la fondazione di un gruppo di progettazione e realizzazione partecipata delle azioni previste. Si è avviato un percorso condiviso tra i partecipanti che faccia emergere e rilevare le aspirazioni dei giovani interlocutori e di altri protagonisti del viaggio, per tracciare e mappare mondi nuovi, futuri possibili, dove muoversi con fluidità tra sé e l’altro. Si è lanciato quindi l’invito a partecipare al team creativo e organizzativo a diversi giovani creativi, con la forte collaborazione del Liceo Artistico di Cagliari Foiso Fois, per la realizzazione della Festa delle creatività giovanili, attraverso percorsi di arte partecipata che raccolgano le migliori proposte dei giovani creativi e innovatori di provenienza anche internazionale”.

20 novembre -10 dicembre
La città che viaggia. Festa delle creatività giovanili
Residenza artistica con i giovani creativi coinvolti nel progetto, per la maturazione delle proposte emerse durante il processo partecipato avviato nel mese di ottobre, da presentarsi alla festa della creatività giovanile, con il supporto degli artisti del programma.

Cagliari 20-22 novembre, ore 16.30-19.30
Teatro dei ragazzi, via Falzarego, n. 35
Se questo ancora non è il paradiso… continuiamo a cercare
Laboratorio di movimento, acrobazia e manipolazione di oggetti con Teresa Noronha Feio e Francesco Sgrò Si esplora il corpo acrobatico per capovolgere la percezione della realtà, sollecitati da impulsi esterni. S’introducono attrezzi da circo e si esplora la fisicità e la relazione del corpo con gli oggetti.

21 novembre, 9.30-12.00
Orto dei Capuccini, viale Viale Luigi Merello, n. 59
Le mani nella Terra (progetto Terra Mobile)
Azione partecipata per la piantagione di ortaggi invernali e installazione performativa con i volontari del progetto sostenuto dall’OICS a cura di Carovana SMI, Caritas Cagliari, Il Volo, Comune di Cagliari.

22 novembre 8.00-13.00
Piazza Matteotti/Is Bagantinus – Decimomannu (partecipazione su prenotazione)
Le mani nella Terra (progetto Terra Mobile)
Visita guidata al vivaio Is Bagantinus, Agenzia Regionale Forestas.

22 novembre, ore 19.00
Stazione Ferroviaria RFI, via Roma, n. 22
Bozza per altri Paradisi #16
Performance di Danza e Circo Contemporaneo con Teresa Noronha Feio e Francesco Sgrò che indagano e de-costruiscono l’idea di un paradiso attuale attraverso gesti, parole, musiche e acrobazie. Produzione e musiche di Fabbrica C - Sostegni: Cordata F.O.R.

Cagliari 22 novembre, ore 21.00
Stazione di Transito/Carovana SMI, via Dante n. 60
Cucinare insieme fa bene.
A cena con gli artisti (partecipazione previa prenotazione cell. 3890255103).

23 novembre, ore 16.00 – 19.00
24 novembre, ore 10.00 – 14.00 / 18.00-20.30
25 novembre, ore 10.00 – 14.00
Fucina Teatro c/o Centro Culturale La Vetreria • Via Italia, 63, Pirri – Cagliari
Griot Métropolitan (progetto Terra Mobile)
Laboratorio di percussioni e danze africane con Adama e Brahima Dembelè: canto, balafon, kora, jembè; Ettore Bonafè: jembè, dun dun, tabla; Alain Nahi: danza, canto, percussioni. Laboratorio sui ritmi, le danze tradizionali e gli stili narrativi del Griot in diversi paesi dell’Africa Subsahariana. L’obbiettivo è anche quello di far emergere le abilità e conoscenze coreografiche e musicali delle popolazioni africane in Sardegna. Nel 1994 artisti provenienti dal Balletto Nazionale della Costa d’Avorio e percussionisti italiani formano il gruppo Griot Metropolitain. Appartengono ad etnie e tradizioni culturali diverse e 3 mettono in comune le loro esperienze creando uno spettacolo estremamente vario e rigorosamente tradizionale.

25 novembre, ore 19.00
Fucina Teatro c/o Centro Culturale La Vetreria • Via Italia, 63, Pirri – Cagliari
Griot Métropolitan (progetto Terra Mobile)
Concerto di percussioni e danze africane con Adama e Brahima Dembelè: canto, balafon, kora, jembè; Ettore Bonafè: jembè, dun dun, tabla; Alain Nahi: danza, canto, percussioni.

25 novembre, ore 21.00
Stazione di Transito/Carovana SMI, via Dante n. 60 - Cagliari 
Cucinare insieme fa bene.
A cena con gli artisti (partecipazione previa prenotazione cell. 3890255103).

27 novembre - 5 dicembre

Stazione di Transito/Carovana SMI, via Dante n. 60 - Cagliari 
In the Name of Memory
Residenza interdisciplinare di video/ teatro, per la creazione di un Archivio sulla Memoria dei Migranti, a cura di Wu Wenguang e Mengqi Zanghi. Laboratori di video performance e tecniche di archiviazione di Wu Wenguan, fondatore del documentario indipendente e del Folk Memory Project in Cina. Nel 2017 ha tenuto dei laboratori con migranti e altri partecipanti in Sardegna, che hanno prodotto degli spettacoli e dei video sul tema della memoria. Da queste prime esperienze è emersa l'idea di fondare un nuovo progetto che raccolga la memoria del passaggio di una popolazione nomade nella nostra isola, lasciando traccia di storie ed esperienze di cui ancora risulta difficile comprendere l'impatto e influenza sui processi di trasformazione sociale e culturale. Un’iniziativa di Carovana SMI con gli artisti cinesi, realizzata in collaborazione con La Fondazione Sardegna Film Commission. Il progetto prevede l’utilizzo di attrezzature audiovisive accessibili, come i cellulari, applicando la tecnica del selfing, per raccontare le proprie memorie legate alla terra d’origine.

28 novembre - 30 novembre ore 9-13 / 14.30 – 17.00

Stazione di Transito/Carovana SMI, via Dante n. 60 
La città che viaggia: Atelier di affresco murale
Sensibilizzazione alle tecniche di pittura murale con Serge Salis

28 novembre, ore 13.00
Stazione di Transito/Carovana SMI, via Dante n. 60 - Cagliari
Cucinare insieme fa bene.
A pranzo con gli artisti (partecipazione previa prenotazione cell. 3890255103)

1 dicembre, ore 15.00 – 18.00
2 dicembre, ore 10.00-13.00
3 dicembre, ore 15.00 – 17.00
Stazione di Transito/Carovana SMI, via Dante n. 60
ExPlo’ – laboratorio artistico e botanico – promosso da Carovana e Sustainable Happiness nell’ambito delle attività di Terra Mobile/La città che viaggia.
a cura di Paola Riviezzo per Sustainable Happiness – è un progetto creativo che attraverso l'utilizzo di terra, piante autoctone e lana di pecora naturale fa avvicinare i partecipanti alla poesia della natura attraverso la creazione di 'bombe vegetali', ordigni pacifici e portatori di vita che possono essere appesi o appoggiati in qualunque luogo, creando nuove percezioni dello spazio. Una volta data la forma al pane di terra si procede ad avvolgerlo con lana di pecora naturale o tinta al fine di assicurare la terra e le radici nel tempo. La 'bomba vegetale' così ottenuta sarà perfettamente autosufficiente nel tempo e dovrà essere bagnata regolarmente per poter vivere in salute. Si otterranno esplosioni vegetali completamente naturali, ecologiche e sostenibili.

1-2 dicembre, ore 18.00
Stazione di Transito/Carovana SMI, via Dante n. 60 
Tessere il tempo per intrecciare i saperi (progetto Terra Mobile) 4 Azioni divulgative sulla tessitura tradizionale delle diverse culture coinvolte. Scambio di best practice, con Carolina Melis, Maria Teresa Todde, Roberto Virdis.

2 dicembre, ore 10.00- 13.00
Stazione di Transito/Carovana SMI, via Dante n. 60 - Cagliari
Cucinare insieme fa bene.
Laboratorio di pasta intrecciata (partecipazione previa prenotazione cell. 3890255103)

5 dicembre (progetto Terra Mobile)
Racconti di Pietra, ore 09.00 – 13.00
Itinerari esperienziali alla scoperta dei paesaggi archeologici di Cagliari, spesso fuori dalle rotte degli immigrati e dei giovani. Un'indagine comparata sulle tracce di arcaicità che persistono nello spazio urbano e nei paesi d’origine degli immigrati, con Emanuele Pittoni.

5 dicembre, ore 21.00
Stazione di Transito/Carovana SMI, via Dante n. 60 - Cagliari
Cucinare insieme fa bene.
A cena con gli artisti (partecipazione previa prenotazione cell. 3890255103)

6 dicembre, ore 18.30
Teatro Massimo (sala M3), Viale Trento, n. 9
L’eredità della memoria
In the Name of Memory
Presentazione risultati della residenza interdisciplinare di video/teatro, per la creazione di un Archivio sulla Memoria dei Migranti, a cura di Wu Wenguang e Mengqi Zanghi, con Carovana SMI, Fondazione Sardegna Film Commission, SardegnaTeatro.

Il dio Minato. Le Ferite della Terra (progetto Terra Mobile)
Ricerca multidisciplinare sulle Miniere in Sardegna e nei paesi d’origine dei partecipanti. Tema che collega la Sardegna con i tanti immigrati marocchini che provengono da Kouribga, città dei fosfati. Indaga le cause del depauperamento, povertà e conflitti che determinano esodo e migrazione, per il rapido sfruttamento dei giacimenti petroliferi, di pietre e minerali preziosi, di cui sono ricchissimi i sottosuoli dei Continenti d’origine degli immigrati. Un ponte tra Cagliari e l’area dell’Iglesiente.

8 dicembre, 9 dicembre, ore 19.00
10 dicembre, ore 10.30 (matinée per le scuole)
Teatro Massimo (sala M1), Viale Trento, n. 9
C.Arte d’imbarco
Spettacolo multidisciplinare. C.Arte d’imbarco è un circuito di viaggiatori che danzano il paesaggio che incontrano; il riflesso di una comunità nomade che si modifica con il viaggio, a contatto con le storie delle persone di culture diverse, mutevole al contatto con il mondo che gira, altera la percezione come in una danza sufi, rinnova il sentire e lo sguardo, mentre il respiro nasce e muore in ogni istante. Regia: Ornella D’Agostino / musiche: Romeo Scaccia, Ettore Bonafè, Emanuele Alessandro Perra coreografie: Fatima Dakik, Teresa Noronha Feio, Mattia Campagnola, Alieu Sow, Ornella D’Agostino video: Matteo Fadda / installazioni: Matteo Fadda, Francesca Mereu, Michela Cinus, Serge Salis luci: Gianni Melis performer: Fatima Dakik, Romeo Francois Mbogol, Ettore Bonafè, Myung-San Ko, Anastasiya Bogach, Amal Targhi, Sophy Benar, Taranjeet Kaur, Teresa Noronha Feio, Mattia Campagnola, Momar Gaye, Rhys Victor Boongaling, Raul Jr. Boongaling, Rosalie Rivera Boongaling, Sambiry Fofana, Alieu Sow, Ebrima Colley, Ashly Jaen Mendoza, Bakari Manne, Ndeyer Sira Thérèse Benar, Moustapha Benar, Nor Piludu, Omar Badelh, Nabiu Bangura, Mohamed Alieu Diallo, Samra Dakik, Natalya Khomyakova, Daria Bogach, live electronic: Emanuele Alessandro Perra / softer developer: Marco Bianchi mediazione culturale: Celerina De Claro, Raphael Tservenis, Alessandro Melis premi: selezionato dal MIBACT per la prima edizione del Festival MigrArti 2017 Nell’ambito della Rete 10Nodi: del Festival AutunnoDanza, Rassegna Danza SardegnaTeatro Festa delle creatività giovanili. La città che viaggia

9 dicembre, 10.30 / 13.00

Campo Parrocchiale de La Madonna della Strada, Mulinu Becciu 
Le mani nella Terra (progetto Terra Mobile) Installazione performativa e merenda. Promozione del progetto realizzato con i volontari e sostenuto dall’OICS, a cura di Carovana SMI e Tiziana Sassu

9 dicembre, ore 22.00
Teatro Massimo , Fuaié, Viale Trento, n. 9
Kwaidan Party: Immagini, cut up, suoni, assaggi e fantasmi Video Lazlo Moulton / djset Signora Franca Video mapping e dj set con Madita (Luca Ortega) e Pietro Medda a cura di Across Asia Film Festival con Carovana SMI (Festa delle creatività giovanili. Cucinare insieme fa bene)

9-13 dicembre
Campi creativi
Laboratorio e performance sulla giovinezza, aperto a tutte le fasce d’età con Francesca Cinalli e Paolo De Santis/Tecnologia Filosofica Un percorso che apre il bagaglio di esperienze e competenze dei partecipanti con l'intento di trasmettere bellezza e valori positivi alle nuove generazioni.

9-15 dicembre
La città che viaggia. Festa delle creatività giovanili
Installazioni, performance, itinerari esperienziali, incontri, dispositivi di arte partecipata, pranzi e cene a tema, a cura di giovani artisti di provenienza internazionale. Programma in via di definizione

11 dicembre ore 19.00
Teatro Massimo (sala M1), Viale Trento, n. 9 
Papa Francesco - Un uomo di parola.
Proiezione del Film di Wim Wenders /Universal Pictures 2018 Un film del 2018 diretto da Wim Wenders e scritto dal regista insieme a David Rosier. Presentato tra le proiezioni speciali del Festival di Cannes 2018, dove è stato candidato al premio della Giuria Oeil d'Or come miglior film documentario. A cura della Fondazione Sardegna Film Commission, Carovana SMI, SardegnaTeatro, in collaborazione con la Caritas di Cagliari e Spazio Odissea

ore 21.00
Time Flies.
Concerto di Laurent Petitgant, compositore delle musiche del film Papa Francesco, con le voci di Papa Francesco, Wim Wenders, Patti Smith. Canto: Margot Petitgand / Violoncello: Luan Lajus / Percussioni: Jean Christophe Mahé Chitarra e Canto: Laurent Petitgand / Direzione Artistica: Katia Medici Il concerto segna una tappa inedita: mette in scena con suggestione la colonna sonora e le canzoni re-interpretate, il potere unificatore e la sacralità della musica per affrontare i temi della discriminazione sociale, l'ambiente e l'ingiustizia. Un viaggio attraverso diversi generi musicali: Sacra, Popolare, Rock, Folk ed Elettronica.

12 dicembre, ore 18.00
Agorà di futuri desiderabili. Focus performativo Connecting Siria, a cura di Leish Troupe - Damasco/Siria e Carovana SMI/Italia Scambi di esperienze via skype tra giovani artisti siriani e gli artisti della Festa delle creatività giovanili.

13 dicembre, ore 20.00
Stazione di Transito/Carovana SMI, via Dante n. 60
Lavare Stanca.
Percorso esperienziale sul tema della stanchezza, malattia cronica del nostro tempo.
A cura di Ornella D’Agostino con Francesca Cinalli e Paolo De Santis.

14 dicembre ore 10.00 – 13.00
15 dicembre ore 16.00 – 19.00
Stazione di Transito/Carovana SMI, via Dante n. 60 - oppure sede LAC per il 14 dicembre
Il cinema e le creatività giovanili
Cineforum a cura di Valeria Usala
Il seminario è pensato come un percorso breve ma incisivo sul linguaggio audiovisivo, in particolare cinematografico. Attraverso diversi esempi (scene di film, animazione, serie tv, spot, videoclip) il discorso attraverserà due macro-aree all’interno della narrazione per immagini: da una parte la sua grammatica e tecnica espressiva (forma), dall’altra il racconto di storie focalizzate sul tema della creatività attraverso di esse (contenuto). Il seminario è pensato come un dialogo interattivo con il pubblico, tramite domande ed esempi personali e concreti. Alla fine è prevista un’attività tramite i giochi di Myriorama e Storyteller dices, per mettere in pratica il lato creativo del pubblico e riuscire a costruire una breve storia.

15 dicembre, ore 20.00
Stazione di Transito/Carovana SMI, via Dante n. 60 
Ode alle stagioni (progetto Terra Mobile)
Contest di poesia parlata e cantata sui temi della Terra. Percorso sensoriale sulle stagioni e saluto inaugurale all’inverno, rivolto a bambini e giovani di culture diverse in Sardegna. Evento di chiusura e processo di valutazione dell’esperienza.

La città che viaggia. Azioni di arte partecipata

22 novembre – 15 dicembre
Stazione di Transito/Carovana SMI, via Dante n. 60 
Cucinare insieme fa bene (progetto Terra Mobile).
Laboratori e gruppi di ricerca e scambio sulle tradizioni alimentari delle diverse culture coinvolte per la realizzazione di pasti multietnici. Attivazione di pratiche alimentari condivise che scambiano sapori e saperi sul cibo nelle diverse culture, per coltivare l’arte dei sensi, la cura del corpo e dello spirito anche con l’invenzione di nuove ricette” ibride”. Realizzazione di performance e installazioni sul cibo.

20 novembre - 19 dicembre 2018
A scuola insieme Incontri/dibattito e confronto, atti a favorire l’accoglienza e l’inclusione degli alunni stranieri e dei loro familiari, anche attraverso la creazione di occasioni d'incontro per gli insegnanti, per le famiglie e per gli operatori. L’obbiettivo è di definire un sistema attraverso cui pianificare, sulla base dei bisogni rilevati, le strategie con cui promuovere, avviare e facilitare l’inserimento scolastico dei minori stranieri e, nel contempo, accompagnare le loro famiglie nel percorso del pieno utilizzo delle strutture pubbliche.

La città che viaggia
Programma di formazione e di arte partecipata
SeminArte <-> Terra Mobile

Nel corso del festival La città che viaggia, dal 20 novembre al 19 dicembre, continua il programma di formazione triennale avviato nel 2018 da Carovana SMI con un ampio partenariato

SeminArte (progetti Terra Mobile, C.Arte d’imbarco, Festa delle creatività giovanili)
Cantiere per la definizione di un programma di formazione di rilevanza internazionale: di educazione continua e permanente; di professionalizzazione nel campo delle arti performative; multidisciplinare e tran-settoriale, rivolto a partecipanti di diversa provenienza culturale e generazionale. E’ il progetto di formazione nell’ambito della programmazione triennale di Carovana SMI, La città che viaggia, che indaga le molteplici sfaccettature della mobilità, nelle relazioni tra corpo e spazio antropizzato, naturale, urbano, rurale, della memoria e dell’immaginario, attraverso i processi artistici interdisciplinari, per la formazione di cittadinanze multiculturali. Il programma comprende tutti i laboratori indicati e altri incontri di approfondimento sulle arti performative in contesti urbani, videomaking, scrittura creativa, indagine compositiva e drammaturgica sulle relazioni tra corpo e spazio, intrecci ed interazioni linguistiche tra i diversi generi, generazioni, culture di provenienza. Il programma SeminArte è a cura di Ornella D’Agostino in collaborazione con Fatima Dakik, Alonso Crespo, Roselle Pineda, Wu Wenguang, Ettore Bonafè, Zanghi Mengqi, Laurent Petitgan, Teresa Noronha Fei, comprende l’ospitalità di artisti di rilevanza internazionale. In collaborazione con la rete10Nodi.

L’Arte dell’abitare (progetto Terra Mobile)
Laboratorio tran-settoriale tra arte performativa e riqualificazione ecosostenibile degli spazi per la realizzazione di performance, installazioni e dispositivi esperienziali. A cura di Carovana SMI in collaborazione con: Serge Salis (architetto e pittore, designer 3D), Sustainable Happiness-Cagliari, Progetta Barega - Iglesias, EduFuture – Finlandia (fondatori di un eco-villaggio con i migranti in Finlandia). Abitare l’arte, essere abitati dall’arte, l’arte dell’abitare. Questo laboratorio è caratterizzato da approcci metodologici che interfacciano in maniera inscindibile i processi compositivi della performance e della installazione multidisciplinare con la creazione e organizzazione degli spazi che li ispirano e accolgono. A favore della cura estetica del corpo, della danza e dell’etica di come gli spazi sono pensati e creati per la salute delle persone; laboratorio sul valore della Casa non per Caso, di manutenzione, ristrutturazione di ambienti con materiali naturali, per collegare le tradizioni costruttive locali di diverse culture, aggiornate in modo innovativo dai nuovi saperi in ambito della bio-edilizia e della risocializzazione degli spazi urbani e rurali. Gli spazi indagati sono diversi e diversificati: case, siti archeologici, luoghi dismessi industriali, luoghi del lavoro agricolo e pastorale. L’obbiettivo è volto a generare un processo che possa innalzare le competenze compositive sulle scritture coreografiche e performative tra corpo, spazio, colore, forme, luce e suono; far interagire diverse mentalità culturali sulla percezione ed organizzazione degli spazi destinati ai processi e alle attività artistiche ed anche alla quotidiana sopravvivenza, anche attraverso installazioni performative ed esperienziali.

Il corpo rituale per la mobilità delle radici (progetto Terra Mobile)
Ornella D’Agostino (direzione artistica, pedagogica e danza), Sardegna Fatima Dakik (danza orientale) – Sardegna Marocco / Michela Atzeni (voce) - Sardegna Momar Gaye (percussioni e canto) - Sardegna Senegal / Laurent Petitgant (musica e canto) – Francia / Ettore Bonafè ( percussioni) - Firenze / Alonso Crespo (video) Sardegna/Messico Laboratorio interdisciplinare di danza, video, canto, percussioni, con l'utilizzo di materiali di riciclo e materiali organici marcati da fenomeni di erosione e trasformazione naturale. Il laboratorio sviluppa la relazione tra il corpo e la terra. La danza e la musica favoriscono l’interazione multiculturale e 8 transdisciplinare, andando a scavare, per far riemergere, reminiscenze del codice gestuale e sonoro incorporato che ognuno trasporta con sé senza esserne necessariamente consapevoli. I coreografi e artisti dell’immagine e del suono coinvolti nel progetto, da tempo indagano la dimensione rituale della danza e della musica per rinforzare le proprie radici in movimento tra tradizione e contemporaneità. La Sardegna, crocevia di migrazioni africane e indoeuropee, terra di reminiscenze arcaiche, offre un paesaggio e un humus espressivo, archeologico e ambientale, favorevole a questo processo. Conoscere la natura è un modo per superare la paura, per risvegliare la percezione sensoriale e corporea, recuperare il contatto con la natura: quella fonte energetica sostanziale per la salute dell’universo corpo-mente che ci permette di ricaricare ed elaborare il vissuto e rafforzare il senso di appartenenza e il talento creativo.

Le radici del corpo: laboratorio video a cura di Alonso Crespo.
Laboratorio volto a documentare la relazione tra il corpo e la terra, così come viene percepita da diversi partecipanti. Durante il processo creativo, ognuno è chiamato a condividere la propria esperienza personale lungo il percorso di preparazione e realizzazione dello spettacolo Terra Mobile. L’interpretazione personale del corpo e della terra saranno i fili conduttori della storie autobiografiche che emergeranno durante il processo creativo.

Le mani nella terra
Un progetto a cura di Carovana SMI con Caritas San Saturnino, che coinvolge volontari richiedenti e titolari di protezione internazionale e cittadini residenti in Sardegna, in particolar modo nei quartieri di Mulinu Becciu e i frequentatori dell'Orto dei Cappuccini di Cagliari. Un progetto sostenuto con le azioni di volontariato dall’OICS che mira a promuovere le relazioni fra cittadini locali e migranti nel settore della salvaguardia dell'ambiente e della cura del verde. Mettere le mani nella terra significa scambiare saperi su tradizioni agricole delle diverse culture coinvolte, guidati da esperti agronomi, periti agrari ed erboristi, come Tiziana Sassu, Agenzia LAORE, L'Orto Botanico e Forestas. Mette in atto pratiche ed esperienze legate alle coltivazioni di erbe, ortaggi e frutti locali ed esotici dell'area Mediterranea e Africana, nuovi incroci e cohabitat che si stanno sperimentando nel comune e nella provincia di Cagliari. Con le mani nella terra si coltivano i valori di solidarietà e condivisione del lavoro tra i cittadini coinvolti, a favore di cittadinanze attive, multiculturali ed ecosostenibili, e si cerca di favorire la conoscenza delle specificità professionali del settore agricolo e della cura del verde pubblico, nel rispetto delle norme di sicurezza sul lavoro. Con l’associazione Il Volo abbiamo effettuato il corso sulla sicurezza e la predisposizione relativa per i cantieri, monitorati giornalmente dagli stessi partecipanti. I terreni scelti sono stati selezionati con l'amministrazione del Comune di Cagliari e della Parrocchia Madonna della Strada, a partire dal desiderio espresso dagli stessi abitanti dei quartieri di realizzare orti urbani e messa a dimora di piante da frutto e erbe officinali. Il lavoro comune, documentato anche dalle immagini di Alonso Crespo, è in sé azione di sensibilizzazione e consapevolezza del valore della terra, dei suoi frutti e delle mani che la accarezzano. Il progetto rientra nella nuova produzioen artistica Terra Mobile, di Carovana SMI; regia Ornella d’Agosticono. Coordinamento e mediazione sociale Alessandro Melis, comunicazione Alessandra Marchi.

Organizzatore: 
Carovana SMI
Data: 
Martedì, 20 Novembre, 2018 - 16:30
Mercoledì, 21 Novembre, 2018 - 16:30
Giovedì, 22 Novembre, 2018 - 16:30
Mercoledì, 21 Novembre, 2018 - 09:30
Giovedì, 22 Novembre, 2018 - 08:00
Giovedì, 22 Novembre, 2018 - 19:00
Giovedì, 22 Novembre, 2018 - 21:00
Venerdì, 23 Novembre, 2018 - 16:00
Sabato, 24 Novembre, 2018 - 10:00
Sabato, 24 Novembre, 2018 - 18:00
Domenica, 25 Novembre, 2018 - 10:00
Domenica, 25 Novembre, 2018 - 19:00
Domenica, 25 Novembre, 2018 - 21:00
Martedì, 27 Novembre, 2018 - 09:00 to Mercoledì, 5 Dicembre, 2018 - 09:00
Mercoledì, 28 Novembre, 2018 - 09:00 to Venerdì, 30 Novembre, 2018 - 17:00
Mercoledì, 28 Novembre, 2018 - 13:00
Sabato, 1 Dicembre, 2018 - 15:00 to 18:00
Domenica, 2 Dicembre, 2018 - 10:00 to 13:00
Lunedì, 3 Dicembre, 2018 - 15:00 to 17:00
Sabato, 1 Dicembre, 2018 - 18:00
Domenica, 2 Dicembre, 2018 - 18:00
Domenica, 2 Dicembre, 2018 - 10:00
Mercoledì, 5 Dicembre, 2018 - 09:00
Mercoledì, 5 Dicembre, 2018 - 21:00
Giovedì, 6 Dicembre, 2018 - 18:30
Sabato, 8 Dicembre, 2018 - 19:00
Domenica, 9 Dicembre, 2018 - 19:00
Domenica, 9 Dicembre, 2018 - 10:30
Domenica, 9 Dicembre, 2018 - 22:00
Domenica, 9 Dicembre, 2018 - 09:00 to Giovedì, 13 Dicembre, 2018 - 09:00
Domenica, 9 Dicembre, 2018 - 09:00 to Sabato, 15 Dicembre, 2018 - 09:00
Martedì, 11 Dicembre, 2018 - 19:00
Martedì, 11 Dicembre, 2018 - 21:00
Mercoledì, 12 Dicembre, 2018 - 18:00
Giovedì, 13 Dicembre, 2018 - 20:00
Venerdì, 14 Dicembre, 2018 - 10:00
Sabato, 15 Dicembre, 2018 - 16:00
Sabato, 15 Dicembre, 2018 - 20:00
Giovedì, 22 Novembre, 2018 - 09:00 to Sabato, 15 Dicembre, 2018 - 09:00
Martedì, 20 Novembre, 2018 - 09:00 to Mercoledì, 19 Dicembre, 2018 - 09:00
http://www.carovana.org/